Dove Siamo

Il nostro frantoio è situato a Nasino, piccolo paese dell’entroterra ligure, in provincia di Savona, immerso nel verde della Val Pennavaire (a 335-467 mt. sul livello del mare) dove la cultura dell’ulivo e la produzione artigianale dell’olio sono parte della tradizione.

Nasino si trova lungo una delle tante Strada del Vino e dell'Olio Dalle Alpi al Mare che si snodano per tutto il territorio ligure di ponente. Percorrendole non solo scoprirete la bellezza del nostro territorio, ma anche il sapore della sua tradizione. Per ulteriori informazioni cliccate qua.
Venite a visitarci e passate una piacevole giornata immersi nell'incantevole natura incontaminata della nostra bellissima valle.
Per trovarci consultate la cartina interattiva qua di lato oppure lasciate che vi guidiamo con il percorso descritto i seguito.

Il paese di Nasino si trova a circa 20 km dalla splendida costa ligure da dove il nostro viaggio avrà inizio. E più precisamente da Albenga, antica città medievale ora conosciuta in tutta Europa per l’esportazione dei suoi fiori e delle sue erbe aromatiche.

Costa LigurePer raggiungere Albenga vi consigliamo di percorrere l’antica via Aurelia che attraversa la Liguria in tutta la sua larghezza da La Spezia a Ventimiglia. Arrivando da Genova e andando in direzione Francia troverete Albenga a circa 45 km da Savona. Viaggiando in senso opposto troverete Albenga subito dopo Alassio, la ridente cittadina rivierasca famosa per il suo Muretto.

Per chi invece sceglie di percorrere l’autostrada dovrà prendere l’uscita di Albenga, situata appunto a circa 45km da Savona e 60km da Sanremo.

Una volta arrivati ad Albenga bisogna proseguire verso Nord seguendo le indicazioni per Cisano sul Neva / Zuccarello / Garessio. Se si è scelto l’autostrada basta girare a sinistra all’uscita, poiché lo sbocco si trova già sulla strada provinciale 582 che porta verso Cisano sul Neva.

Dopo circa 5 km si arriva al paese di Cisano sul Neva e si prosegue per Zuccarello, incantevole borgo pieno di fascino dove si respira l’aria di una volta. Nonostante non sia direttamente sulla strada per Nasino, vi consigliamo una deviazione di alcuni chilometri per visitarlo.

Il borgo di Castelbianco Oltrepassato il paese di Cisano sul Neva troverete, dopo pochi chilometri alla vostra sinistra, un piccolo distributore di benzina sotto un grosso albero. Imboccate la strada che troverete a sinistra subito dopo questo distributore in direzione Castelbianco.

Castelbianco è un borgo pieno di contrasti e anch’esso merita sicuramente una visita. Il borgo, dopo anni di abbandono, è stato sapientemente recuperato e ora non solo è tornato allo splendore di tempi andati, ma è diventato la prima cittadina Telematica italiana. Per saperne di più visitate il sito oppure andate a visitarlo di persona.

Strada lungo la valle Pennavaire Proseguiamo il nostro viaggio lungo la SP 14 che costeggia il torrente Pennavaire e si snoda allegro tra uliveti e boschi e attraversa i pittoreschi paesini della valle. Una strada dall’andamento piacevole, dove anche i motociclisti possono godere sia le curve che il panorama.

Dopo una decina di chilometri dal distributore, quando sembra impossibile incontrare anima viva, si giunge finalmente a Nasino.

Il borgo di Nasino Nasino con i suoi 200 abitanti circa, che d’estate aumentano esponenzialmente con l’arrivo dei turisti in cerca della frescura della valle, non ha un vero e proprio centro, in quanto il paesino è formato da 10 borghi e gruppetti di case sparse. Dal paese più alto si gode una bellissima vista sulla valle.

Negli ultimi anni molte delle vecchie case del paese sono state acquistate e, sempre rispettando il tradizionale stile locale, completamente restaurate.

Ne è nato così un paese davvero unico e con una comunità internazionale e vivace.

A Nasino possiamo trovare un ufficio postale, un piccolo ristorante, un bar e diversi Bed & Breakfast ed ovviamente la splendida chiesa, che si trova su un’altura che offre un panorama pittoresco.

Ponte Romano simbolo di Nasino Ed è qui, in frazione Mulino, chiamata così dai tempi dei Marchesi del Carretto, quando questa rappresentava il centro del paese, che si trova il nostro Frantoio.

Lo trovate subito dopo il ponte Romano, simbolo di Nasino, che attraversa il torrente.

Un cartello vi indicherà  la svolta esatta da prendere.


Non vediamo l’ora di conoscervi.